Prostituzione, Bini del Pd chiede di approvare legge che colpisce clienti

Lo sfruttamento e la schiavitù legato alla prostituzione è un problema che non possiamo far finta di non vedere.

Su questo serve una vera battaglia. Noi la faremo impegnandoci per l’approvazione della proposta di legge presentata alla Camera e al Senato necessaria a contrastare in modo davvero efficace il fenomeno”. Lo ha dichiarato Caterina Bini, deputata e componente dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd, intervenendo nel dibattito intitolato ‘Contro la schiavitù della prostituzione.

Alla prostituzione – spiega – ci si avvicina in genere attraverso dei luoghi comuni. Si tratta, in realtà, di una materia oscura, sepolta, che priva le donne della loro dignità e dei loro diritti.
Anche io ritenevo che per eliminare lo sfruttamento la strada più corretta fosse la legalizzazione. Condividevo l’idea, molto diffusa, che si trattasse di un fenomeno inestirpabile. Poi ho scoperto che anche i modelli scelti da stati come la Germania e l’Olanda non funzionano.
Il mito della donna che crea una casa chiusa autogestita, della professionista del sesso è un mito sbagliato. Se si va dietro il luogo comune dell’autonomia, si scopre che queste donne non sono libere.

Dietro di loro c’è la criminalità organizzata, che porta sempre violenza e schiavitù. La Svezia, la Norvegia e, più recentemente, la Francia, invece, hanno applicato un modello che punisce il cliente perché parte dal presupposto che la donna non è, appunto, libera, non sceglie di andare per strada. Inoltre, due anni fa il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che impegna gli Stati membri ad adottare questo modello.

La legge Merlin risolverebbe già molti problemi ma non viene applicata. Si tratta dunque di correggere questa norma nella direzione di colpire i clienti per far sì che questo avvenga.

Fonte

#RompiGonadi - Racconti e sfoghi di vita quotidiana e rotture di GONADI

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:

www.facebook.com/rompigonadi.it/

"Seguici sul canale Rompi Gonadi":



Monica Ralfi

Curiosa, avventurosa, spiritosa, #MonicaRalfi