“Cucina male apposta”, e il Giudice Concede DIVORZIO E Risarcimento Al Marito

Insolita la sentenza del giudice di pace di Arezzo, che ha concesso il divorzio al marito della signora Ivana Z. per quelli che potremmo davvero definire “Terrorismo Psicologico”, e che a quanto pare sono stati la causa di forti malesseri e seri problemi per il marito, Piero G., 32 anni, mentre la moglie 27.

La colpa della moglie, secondo il marito che avrebbe chiesto e ottenuto il divorzio, sarebbe l’incapacità di saper cucinare qualsiasi pietanza, incapacità che sarebbe stata anche causa di malesseri fisici, e disagi familiari, come è lo stesso Piero, marito dell’infausta cuoca, a raccontare:

“Dopo ogni pasto stavo male. I cibi erano sempre mal cotti, ed ogni volta dovevo alzarmi e cucinare di nuovo. Non credo non sapesse cucinare, è impossibile che sia mai migliorata, lo ha sempre fatto apposta!” La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso è riferita ad un episodio natalizi, nel quale la suocera della coniuge Ivana, “avvelenata” dai cibi offerti dalla nuora, si sarebbe sentita male, tanto da dover correre al pronto soccorso per una lavanda gastrica.

“È stato uno dei giorni più brutti della mia vita, i miei parenti volevano denunciarmi per tentato avvelenamento! Il divorzio è l’unica cosa che voglio adesso! È evidente che non mi ami affatto, sennò non proverebbe ad uccidermi con il cibo!” Cruciali sarebbero state le testimonianze dei parenti dell’uomo, che avrebbero così persuaso il giudice a concedere il divorzio, ed un risarcimento di ben 50.000€!

#RompiGonadi - Racconti e sfoghi di vita quotidiana e rotture di GONADI

Clicca MI PIACE sulla nostra pagina:

www.facebook.com/rompigonadi.it/

"Seguici sul canale Rompi Gonadi":



Monica Ralfi

Curiosa, avventurosa, spiritosa, #MonicaRalfi